Quando si parla di interventi ammessi alla detrazione Irpef del 50% per la ristrutturazione si parla sempre di Manutenzione ordinaria, Manutenzione straordinaria, Restauro e risanamento conservativo e Ristrutturazione edilizia. Con l’aiuto della Guida alle ristrutturazioni edilizie dell’Agenzia delle Entrate, aggiornata ad agosto 2012 (scaricala qui), cerchiamo di capire meglio le diverse definizioni.

La manutenzione ordinaria
Gli interventi di manutenzione ordinaria sono ammessi all’agevolazione solo quando riguardano le parti comuni. La detrazione spetterà a ogni condomino in base alla quota millesimale.
Le parti comuni interessate sono quelle indicate dall’articolo 1117, numeri 1, 2 e 3 del Codice civile: il suolo su cui sorge l’edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni d’ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili, tutte le parti dell’edificio necessarie all’uso comune, i locali per la portineria e per l’alloggio del portiere, gli ascensori, i pozzi, le cisterne, le fognature, eccetera. Gli stessi interventi, eseguiti sulle proprietà private o sulle loro pertinenze (garage, cantine, soffitte), non danno diritto ad alcuna agevolazione. Sono esempi di interventi di manutenzione ordinaria: le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici, quelle necessarie a integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti, la sostituzione di pavimenti, infissi e serramenti, la tinteggiatura di pareti, soffitti, infissi interni ed esterni, il rifacimento di intonaci interni, l’impermeabilizzazione di tetti e terrazze, la verniciatura delle porte dei garage.
Se queste opere fanno parte di un intervento più vasto, come la demolizione di tramezzature, la realizzazione di nuove mura divisorie e lo spostamento dei servizi, l’insieme delle stesse è comunque ammesso al beneficio delle detrazioni fiscali.

La manutenzione straordinaria
Sono considerati interventi di manutenzione straordinaria le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici e per realizzare e integrare i servizi igienico/sanitari e tecnologici, sempre che non vadano a modificare i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino mutamenti delle destinazioni d’uso.

Esempi di manutenzione straordinaria:
– installazione di ascensori e scale di sicurezza;
– realizzazione e miglioramento dei servizi igienici;
– sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso;
– rifacimento di scale e rampe;
– interventi finalizzati al risparmio energetico;
– recinzione dell’area privata;
– costruzione di scale interne.

Restauro e risanamento conservativo
Sono compresi in questa tipologia gli interventi finalizzati a conservare l’immobile e assicurarne la funzionalità per mezzo di un insieme di opere che, rispettandone gli elementi tipologici, formali e strutturali, ne consentono destinazioni d’uso con esso compatibili.

Esempi di interventi di restauro e risanamento conservativo:
– interventi mirati all’eliminazione e alla prevenzione di situazioni di degrado;
– adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti;
– apertura di finestre per esigenze di aerazione dei locali.

Ristrutturazione edilizia
Tra gli interventi di ristrutturazione edilizia sono compresi quelli rivolti a trasformare un fabbricato mediante un insieme di opere che possono portare a un fabbricato del tutto o in parte diverso dal precedente.

Esempi di ristrutturazione edilizia:
– demolizione e fedele ricostruzione dell’immobile;
– modifica della facciata;
– realizzazione di una mansarda o di un balcone;
– trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda;
– apertura di nuove porte e finestre;
– costruzione dei servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti.

Infine, riguardo agli interventi di ristrutturazione edilizia ammessi al beneficio della detrazione 50%, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che:
– in caso di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione, la detrazione spetta solo per la fedele ricostruzione, nel rispetto di volumetria e sagoma dell’edificio preesistente;
– per la demolizione e ricostruzione con ampliamento, la detrazione non spetta in quanto l’intervento si considera, nel suo complesso, una “nuova costruzione”;
– se la ristrutturazione avviene senza demolire l’edificio esistente e con ampliamento dello stesso, la detrazione spetta solo per le spese riguardanti la parte esistente in quanto l’ampliamento configura, comunque, una “nuova costruzione”. Questi stessi criteri si applicano anche agli interventi di ampliamento previsti in attuazione del cosiddetto Piano Casa (risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 4/E del 4 gennaio 2011).

Dal web


Dal web

Gli Speciali

26 Commenti

    • La detrazione non dipende da quando si è effettuato il lavoro ma dalla data di pagamento del bonifico. Per cui: se il bonifico viene fatto entro il 30 giugno 2013, la detrazione è del 50%, se viene fatto dopo la detrazione è del 36%

  1. DEMOLIZIONE DEL TETTO IN CEMENTO. AMPLIAMENTO USUFRUENDO DEI VOLUMI SOFFITTA (DEMOLITA) E PIANO CASA. IL TETTO VIENE RIFATTO TALE E QUALE PER DIMENSIONI, MA IN LEGNO ISOLATO E VENTILATO. COSA POSSO DETRARRE?

  2. Buongiorno,
    devo rivestire il pavimento e le pareti del bagno in microcemento, è un intervento soggetto al beneficio della detrazione fiscale del 50% ?
    Grazie

  3. Buongiorno, la riparazione delle finestre in legno (scrostatura e riverniciatura più sostituzione del vetro singolo con doppi vetri da 3 mm.) può usufruire della detrazione del 50%? L’intervento interesserebbe solo gli infissi del mio appartamento. Grazie per una vostra cortese risposta

  4. Buongiorno. Dovrei sostituire gli infissi esterni della mia villetta, e montarne in alluminio invece che in legno. Per il mio comune sono considerati lavori di manutenzione ordinaria e quindi stando alla legge non rientrano nei casi detraibili. I lavori verranno eseguiti a luglio o mesi successivi. Cosa posso fare per accedere alle detrazioni? Grazie. Ciao

  5. Apertura porta e creazione di antibagno con relativa porta…. Sostituite quindi tutte le porte della casa… Rientrano tutte nella detrazione?

  6. ho fatto tinteggiatura facciata (con conseguente modifica della stessa per colori e gioco di colori). Rientra nella detrazione per ristrutturazione (tipo modifica della facciata)?

  7. Vorrei sostituire una porta interna larga 80 cm con una da 70. In pratica dovrei aggiungere un pezzo di muro e installare una porta nuova. Anche in questo caso posso usufruire della detrazione per ristrutturazione edilizia?

  8. Dobbiamo costruire un garage approfittando del piano casa. Il nostro comune ci ha obbligato a rifare le fognature (da fondo perduto a subirrigazione) compreso il pozzetto Firenze pronto per eventuale allacciamento alle fognature qualora dovessero passare. E’ possibile avere la detrazione del 50% anche senza l’allacciamento, visto che tuttora non ci sono?

  9. da GPL a GasMetano

    sono il proprietario di una abitazione privata regolarmente accatastata e attualmente riscaldata con il GPL proveniente da un bombolone, vorrei allacciarmi alla rete del gas metano . Ho diritto alla detrazione del 50% sulle opere straordinarie per l’allacciamento di circa 150 m.(scavi, posa condotte interrate, ecc.)?
    e se si quali documenti devo produrre?

  10. Salve, vorrei fareun pavimento in microcemento a casa mia. Presentando una richiestra( SCIA) per ristrutturazione edilizia, posso beneficiare della detrazione del 50%. Altrimenti, quali lavori dovrei “includere” per avere la detrazione???
    Grazie

    • Buongiorno Antonio, con una SCIA per ristrutturazione edilizia i lavori effettuati rientrano nella detrazione fiscale

  11. Vorrei fare dei lavori in una casa appena comprata prima di andarci ad abitare.
    Quali lavori di manutenzione straordinaria sono ammessi a beneficiare della detrazione? Non vorrei fare una pratica di ristruttrazione dal geometra e pagare, oltre a quella, anche gli oneri di costruzione sui lavori…
    Rifare i bagni (sostuire piatrelle, sanitari forse tubature), la scala in muratura(sostituire mattonelle sugli scalini), sostituire il pavimento(da mattonelle a parquet) vi rientrano?
    Grazie!!

  12. Gentile Redazione Tecnica: vorrei sapere come condominio familiare se cambio il portoncino in comune e l’impianto nuovo del citofono con relativi comandi di apertura portoncino e cancello che domanda devo fare e quali sono le detrazioni. Ringrazio anticipatamente, cordiali saluti.

  13. relativamente alla sostituzione delle persiane, per beneficiare delle detrazioni irpef, è necessario cambiare SIA sagoma, SIA materiale, SIA colore? oppure è sufficiente che le nuove abbiano almeno uno di tali requisiti?

  14. vorrei usufruire della detrazione del 50 prevista
    sino a dicembre 2014 in quanto dovrei sistemare
    nel mio appa<rtamento l'impianto luce, quindi
    sostituire i fili vecchi di tutta la casa e pulsanti
    di accensione della luce perchè inadeguati.
    è possibile detrarre la relativa spesa dio manodopera e acquisto materiale occorrente?

  15. Buongiorno, vorrei sostituire la saracinesca del garage con un portone due ante. L’intervento di sostituzione è finalizzato al rinnovo e contro gli atti illeciti. Per il solo intervento è applicabile la detrazione 50% irpef e l’iva agevolata al 10%?
    Distinti saluti

  16. Salve
    Devo eseguire un intervento sula mia abitazione (villetta Bifamiliare ) Intervento consiste nell’ eliminare infiltrazioni acqua nel seminterrato ( scavo con creazione di punti di drenaggio ed impermiabilizzaizone ) tale intervento rientra nella detrazione al 505 di ristrutturazione edilizia .?
    Distinti Saluti

  17. Mi sa dire se la sostituzione del manto di copertura, che dal Comune viane considerata Manutenzione Straordinaria, rientra nelle possibilità di detrazione Irpef ?
    La ringrazio.
    Cordiali saluti.
    Quaglio Gianfranco

  18. Buon giorno, vorrei costruire un box per due auto. Attualmente esiste solo un piccolo ripostiglio che vorrei demolire e ampliare usufruendo dei metri cubi recuperabili con il pian casa.Trattandosi di una costruzione per box posso usufruire della detrazione come lavoro straordinario?

  19. Mi ricollego al quesito del sig. Gianfranco Quaglio. Nel mio caso il mio Comune considera il rifacimento della copertura (intendendo rimozione tegole e posa di nuove tegole, tra l’altro di forma e materiale diversi) come manutenzione ordinaria. Pertanto per il signor Quaglio l’intervento sarebbe agevolabile mentre per me no. Misteri dell’Italia dei giorni nostri. saluti.
    Gabriele

  20. Buongiorno, sto ampliando un garage già esistente di pertinenza prima casa, vorrei sapere se posso usufruire della detrazione e se posso applicare l iva agevolata. GrXie

  21. Buongiorno so ampliando un garage già esistente di pertinenza prima casa. Vorrei sapere se posso usufruire della detrazione e se posso apllicare l Iva agevokata 4% grazie

Scrivi un commento