Da Fondoprofessioni, fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua dei dipendenti degli studi professionali e delle imprese ad essi collegate, arrivano finanziamenti per i piani formativi destinati alle donne, ai giovani e ai lavoratori nelle aree colpite dalla crisi e dal terremoto in Emilia. Si tratta di un budget di 300 mila euro destinato al finanziamento di attività formative negli studi professionali e nelle aziende. La presentazione dei piani formativi dovrà avvenire entro il 29 ottobre.

È stato approvato il 10 luglio 2012 dal consiglio di amministrazione di Fondoprofessioni. Finanziando piani formativi ritagliati sulle specificità territoriali e su contesti di crisi, il bando intende contribuire al rilancio del lavoro e della competitività delle strutture.
Ciascun piano formativo sarà finanziato con un massimo di 25 mila euro, e ci sarà la possibilità di inserire in una stessa proposta sia attività corsuali (da 16 a 40 ore) sia seminariali (da 4 o 8 ore). Le attività formative potranno essere progettate, presentate, organizzate e rendicontate dagli enti attuatori accreditati al Fondo.

Sarà data priorità di accesso alle risorse ai piani formativi provenienti dall’Emilia Romagna, allo scopo di contribuire, con la formazione continua, al rilancio degli studi professionali e delle aziende nelle aree colpite dal sisma dello scorso maggio.
I soggetti proponenti sono studi professionali e aziende, associazioni di categoria aderenti alle Confederazioni socie del Fondo, organizzazioni sindacali dei lavoratori, confederazioni socie del Fondo, studi professionali in rappresentanza di aziende collegate, associazioni temporanee di scopo.

L’ultimo giorno utile per presentare i piani formativi è il 29 ottobre, attraverso la piattaforma informatica del Fondo (su www.fondoprofessioni.it) e mediante l’invio della documentazione richiesta a mezzo PEC. Per informazioni scrivete a info@fondoprofessioni.it o chiamate i numeri 06-54210661 / 06- 54211030.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento